Salta navigazione.
Home

Ennesima tragedia sulle strade

A quasi quattro anni esatti dall'incidente mortale che nella rotonda sulla Rivoltana tolse la vita a Hilda, lunedì 3 sulle strade di Segrate si è consumata l'ennesima tragedia.
incidente_bici
Ancora una volta un ciclista ucciso, ancora una volta un incidente causato da un mezzo pesante, ancora una volta in una rotonda.
Sia Hilda che Roberto di 76 anni usavano la bicicletta con naturalezza, come prassi quotidiana e per necessità. Ritenevano, come chiunque vada in bici, che la strada da percorrere per raggiungere il proprio obiettivo fosse quella più breve - proprio la logica con cui dovrebbero essere progettati i percorsi ciclabili delle nostre città. E questo è stato loro fatale.

Sono tanti, troppi, i ciclisti che muoiono sulle strade ogni anno e tra i punti più critici per l'incidentalità appunto le intersezioni, le rotonde, gli incroci. E i mezzi pesanti poco compatibili con la mobilità lenta causa la limitata visibilità e i numerosi angoli ciechi.

Alla luce di quanto successo siamo molto preoccupati per il "Cantiere Segrate" che vede la nostra città oggetto di lavori importanti e di un traffico pesante in aumento.
Anche per questo chiediamo all'amministrazione di fare tutto il possibile per una riduzione del passaggio di camion sulle nostre strade e di accelerare il completamento delle opere (infrastrutture e non-infrastrutture) per rendere Segrate una città più sicura e vivibile anche e soprattutto dal punto di vista della ciclabilita'.

Parlare di un cambiamento urgente e improcrastinabile a favore di una mobilità più sostenibile è cercare di evitare che simili tristi eventi si possano ripetere ancora. E trovare soluzioni, anche temporanee, non fra 5 o 10 anni ma da subito!

FIAB SegrateCiclabile sarà comunque presente alla Festa Cittadina con le proprie bandiere listate a lutto. In questo week end verrà preparata la Ghost Bike che settimana prossima verrà posta sul luogo dell'incidente a commemorazione del triste evento.