Salta navigazione.
Home

VOTA ANTONIO, VOTA ANTONIO...

In prossimità delle ELEZIONI AMMINISTRATIVE 2020 di Segrate abbiamo provato a lanciare la sfida ai 6 candidati sindaci chiedendo di confrontarsi su alcuni temi della mobilità attiva e sostenibile.
VOTA ANTONIO, VOTA ANONIO

Sappiamo bene che quello prima delle elezioni è un periodo intenso per la politica ma non ci aspettavamo di riuscire a coinvolgere solo 3 dei candidati segratesi, uno dei quali tra l'altro non ci ha poi fatto avere le risposte.
Disinteresse, non conoscenza dell'argomento, poco tempo a disposizione? A voi l'ardua sentenza...

Abbiamo scelto di fare delle domande aperte che permettessero ai candidati di approfondire i punti preferiti o che ci facessero capire la mentalità soggiacente le dichiarazioni sul tema.

Ringraziamo per la questo sforzo Laura Aldini e il sindaco uscente Paolo Micheli.

Queste le domande :
1-Tra le priorita' per Segrate, in che posizione mettereste la mobilita' sostenibile e perché?

2-Il periodo che stiamo vivendo ha probabilmente modificato la percezione comune di alcuni aspetti della ns vita tra i quali quello della vivibilità delle nostre città legate all'inquinamento, condivisione spazi pubblici e mobilità. Un cambiamento culturale che sta spingendo molte città ad una corsa - a volte disordinata - verso un recupero degli spazi cittadini a favore delle persone e contro il traffico motorizzato privato. Ritiene questo un fenomeno transitorio o una rivoluzione culturale?

3-Chi si troverà ad amministrare la città partirà con una serie di progetti iniziati, abbozzati, ma che per dare i risultati auspicati devono essere ancora completati. Parliamo ad esempio di Ciclostazione, PUMS, Ciclopolitana e zone 30. Quali di questi progetti valutate importante e vorreste sviluppare? E quali invece sarebbero le azioni concrete che sente di poter realizzare entro primo anno?

4-Si sente parlare spesso di chilometri di piste ciclabili come parametro di ciclabilità. Ma cosa rende secondo voi un territorio veramente adatto alla mobilità a due ruote?

5-L'ufficio Biciclette è nato da poco a Segrate ed è ancora ad uno stato embrionale. Secondo voi quali dovrebbero essere i suoi compiti e se pensate sia importante come dovrebbe essere sviluppato?

6-Sempre più spesso i ciclisti sono il bersaglio di attacchi gratuiti, soprattutto sui Social Network. Esistono ciclisti disciplinati e indisciplinati, così come esistono guidatori disciplinati e non, e via dicendo. Da cosa deriva questo odio social-e contro i ciclisti?

7-Commercio di vicinato e mobilità sostenibile: alcuni ritengono che disincentivando l'automobile si danneggi il commercio di vicinato, altri ritengono l'opposto. Lei cosa ne pensa?

8-Le nuove regole del codice della strada stanno facendo sì che sia aumentata la creazione di nuove corsie ciclabili. Questo genera dei malumori in chi afferma che possano togliere spazi a parcheggi per le auto e/o diminuire la scorrevolezza del traffico. Un suo parere in merito?

Non commenteremo qui le risposte ricevute o non ricevute (anche perchè chi vi scrive non ha ancora avuto modo di vederle tutte causa i tempi ristretti) ma vi invitiamo trarre le vostre conclusioni e a commentare voi sui social preposti o a mandarci una email.

Intanto iscrivetevi al nostro canale YouTube per vedere tutte le risposte (che poi posteremo comunque sul gruppo Facebook) e i futuri aggiornamenti.

Buon voto!