Salta navigazione.
Home

Elogio dei piedi e della bicicletta

Ogni giorno a Segrate si muovono circa 30.000 persone. Il 76% lo fa con la propria auto, il 18% con il mezzo pubblico, il 5,7% con la bicicletta. La sfida è cambiare questi numeri. Per farlo, bisogna offrire ai cittadini delle alternative valide all’auto. Non è un’impresa impossibile. A Zurigo, ad esempio, ce la fanno: basti pensare che ci sono circa 365 auto ogni 1.000 abitanti, contro le 820 di Segrate, 1/3 delle famiglie non ha l’automobile, il 38% degli spostamenti avviene in bus, tram e treno e, nonostante questi dati, le statistiche affermano che ogni cittadino si muove mediamente il doppio che nelle città italiane. Altro dato interessante: l’86% dei veicoli che transitano sulle nostre strade portano un solo passeggero a bordo. Anche questo fa riflettere. Una buona amministrazione dovrebbe aiutare i cittadini a usare meglio l’auto. Noi proponiamo: il car sharing, (il noleggio di un’auto per il tempo che serve, a prezzi altamente competitivi) già attivo a Milano città. Il car pooling: l’uso di una stessa auto per più persone per uno stesso spostamento (è il caso di più colleghi che vanno insieme al lavoro, di un genitore che accompagna i figli di più famiglie alla stesa scuola ecc).  Ma gli spostamenti a Segrate non sono solo verso l'esterno: ci sono ben 7.000 persone che ogni giorno si muovono all’interno della città. Qui, per decongestionare il traffico e risparmiare (auto e benzina costano un occhio della testa…) e per disinquinare la nostra cittadina sono strategiche le piste ciclabili e le aree pedonali. Cioè strade libere dai motori, dove chi va a piedi o in bicicletta possa sentirsi al sicuro. E’ anche importante educare i cittadini a lasciare a casa l’auto quando non serve. In qualche Comune è stata lanciata la proposta: “andiamo a scuola a piedi”, per uno stile di vita più sano e stimolante, una mobilità più salubre, intelligente e rispettosa dell’ambiente, con percorsi nei quartieri. Iniziativa che ha riscosso uno straordinario successo. D’altronde che camminare faccia bene lo sanno anche i sassi, non solo alla salute ma anche alla socialità. Andando a piedi, o in bicicletta, si incontrano altre persone, si reimpara a salutare, si sorride e non si ha la faccia ingrugnata come quando si è intrappolati nel traffico.

Segrate è ideale per muoversi in bicicletta, se solo ci fossero le piste ciclabili! Da molti anni attendiamo la realizzazione di una vasta rete di piste sia interne ai quartieri che per collegare i vari quartieri e i comuni circostanti. Basti guardare come è cambiata Pioltello in pochi anni per rendersi conto della loro importanza. La bicicletta, d'altronde, si dimostra il veicolo più efficiente che ci sia: più ecologico, più economico, più salutare, più silenzioso, poco ingombrante. Se si vuole fare meno fatica si può scegliere una bicicletta con pedalata assistita. L’uso della bicicletta, però, deve essere agevolato, infatti i pochi ciclisti che si avventurano sulla Cassanese sanno bene che rischiano la vita. Parcheggi per bici sia nei condomini che in città, piste ciclabili e (come hanno fatto alcuni comuni) parco bici del comune in uso gratuito ai cittadini che si associano, invogliano a essere meno schiavi dell’auto. Piste ciclabili in città e fuori città quindi.